Aspiratori per laboratori di precisione

Nei laboratori di precisione sono necessarie alcune attrezzature, che rendono più sicuro il lavoro quotidiano degli addetti che vi operano. Tali aspiratori devono essere progettati in modo specifico a seconda della situazione in cui sono utilizzati, come viene suggerito anche sul sito http://www.emeritalia.it/.

A cosa serve un aspiratore di precisione

Gli aspiratori di precisione permettono di aspirare, filtrare e separare l’aria presente all’interno di un ambiente ristretto. Queste apparecchiature quindi non solo raccolgono l’aria presente in una stanza, ma permettono anche di filtrarla, secondo diversi criteri. In alcune situazioni lavorative infatti l’aria si satura rapidamente di sostanze tossiche, che vanno rimosse e raccolte, in modo da poterle poi smaltire in modo adeguato.

In altri casi invece il pulviscolo presente in un laboratorio contiene particelle che possono essere riutilizzate, che vanno quindi riunite per poterle maneggiare in modo consono.

Oltre a questo si deve anche tenere conto del fatto che ogni laboratorio di precisione ha caratteristiche peculiari a sé stanti, che necessitano quindi di filtri particolarmente efficaci, o che vanno utilizzati in situazioni molto umide, o molto secche a seconda dei casi.

Le caratteristiche di un aspiratore

Sono vari gli ambiti lavorativi, anche industriali, in cui l’utilizzo di un aspiratore è importante. In alcune situazioni si tratta semplicemente di raccogliere l’aria viziata da un ambiente per scambiarla con quella disponibile all’esterno.

Ad esempio per diminuire l’umidità presente, o anche per aumentare tale parametro. Nei laboratori di precisione la situazione è leggermente più complessa. Questo perché l’aria in essi presente viene ampiamente modificata dalle lavorazioni in atto, che liberano alcune sostanze nell’ambiente.

L’aspiratore in queste situazioni non solo deve raccogliere l’aria, convogliandola verso l’esterno, ma deve essere anche in grado di filtrarla, raccogliendo le micro particelle in sospensione.

Quali sostanze

Le sostanze che sono presenti nell’aria di un laboratorio di precisione dipendono dall’attività che vi si svolge, allo stesso modo variano anche le tipologie di filtri da utilizzare. Nel caso ad esempio di un laboratorio orafo nell’aria sono presenti micro particelle e piccoli trucioli di metalli preziosi. Tali “residui” non possono essere sprecati, ma vanno raccolti e riutilizzati per altre lavorazioni.

In altre situazioni invece nell’aria possono essere presenti anche sostanze tossiche, la cui rimozione deve essere continua e immediata. Di primaria importanza è anche che queste apparecchiature siano silenziose e compatte, in modo da poter essere utilizzate in diverse situazioni e a diretto contatto con l’operatore per molte ore di seguito.