Cura della pelle: come proteggerla durante l’inverno

In estate la pelle è sottoposta a numerosi fonti che causano stress cutaneo come i raggi solari e il caldo, ma anche durante l’inverno la pelle è messa davvero a dura prova. Il vento e le temperature rigide rendono la pelle secca, screpolata e disidratata soprattutto quella delle zone che spesso rimangono esposte come viso e labbra.

Dunque, è proprio in questo periodo dell’anno che la pelle va curata e protetta con grande attenzione, tenendo conto delle singole problematiche, dell’età, e delle caratteristiche individuali.

Innanzitutto bisogna sapere che tipo di pelle si ha per poterla trattare nel modo più corretto: una pelle che tende a seccarsi, con un filtro lipidico minimo e una texture sottile e sensibile, in inverno richiederà un grado di idratazione maggiore. Al contrario le pelli grasse avranno bisogno di un trattamento protettivo.

La cura della pelle durante l’inverno deve quindi essere considerata una priorità per poter mantenere la salute della pelle per tutto l’anno e non solo quando, per paura di scottature ed eritemi, ce ne si prende cura con maggiore attenzione.

L’importanza della pulizia di viso e corpo

Solitamente quando si pensa alle rigide temperature invernali vengono subito in mente le montagne innevate, le piste da sci e i giochi in mezzo alla neve.
In realtà anche in città, soprattutto tra dicembre e febbraio, la rigidità del clima può mettere a repentaglio la salute della pelle.

Inoltre lo sfregamento dei vestiti a contatto con l’epidermide (pantaloni pesanti e maglioni di lana in primis, ma anche – più semplicemente – t-shirt, camice, jeans e, addirittura, le calze) può causare arrossamenti e, di conseguenza, irritare la pelle del corpo.
Sicuramente, però, viso, labbra e tutte le parti del corpo più esposte, richiedono un’attenzione più specifica e trattamenti dedicati.

pulizia della pelleLa prima regola da seguire è indubbiamente quella di mantenere la pelle ben pulita, operazione che consente alla cute di liberarsi da tossine e cellule morte.  È quindi utile effettuare lo scrub almeno una volta alla settimana perché permette di eliminare le cellule morte dell’epidermide, favorisce la rigenerazione di cellule nuove sullo strato più superficiale e consente, quindi, di ritrovare la giusta freschezza e morbidezza.

Si tratta di un processo meccanico che serve per aumentare il turnover cellulare, cioè per aiutare la riproduzione dell’epidermide e il rinnovamento dei tessuti.

Ma come si applica lo scrub? è molto semplice e la sua efficacia aumenta se viene usato sulla pelle umida e massaggiando in modo leggero e circolare.

Fare un trattamento scrub è molto semplice: prima della doccia vera e propria bisogna inumidire il corpo e distribuire il prodotto esfoliante sull’epidermide, iniziando dal collo e scendendo poi verso il basso. Fatto questo si massaggia per bene lo scrub sulla pelle, finché i granuli non diventano quasi impercettibili e si procede con il normale risciacquo. Se dopo l’applicazione si decide di lavarsi utilizzando il bagnoschiuma è bene scegliere un detergente delicato e non aggressivo.

Naturalmente esistono scrub specifici sia per il corpo sia per il viso, ma la loro procedura di applicazione è la stessa.

Inoltre, per la pulizia del viso si può anche scegliere di sperimentare uno scrub fai-da-te, realizzarlo è piuttosto facile: serviranno soltanto 1 cucchiaio di zucchero di canna e 1 cucchiaino di olio d’oliva che, mescolati, permettono di ottenere un composto pastoso che applicheremo sulla pelle. Le varianti di questo preparato sono numerose e, a seconda dei gusti, si potrà scegliere di utilizzare caffè, pesche, zucchero di canna, miele e molto altro ancora.

Stop alle docce troppo calde per salvaguardare la salute della pelle

Abbiamo appena parlato della pulizia del viso e del corpo, uno step fondamentale della routine di bellezza che precede la doccia o il bagno.
Quando fa freddo, infatti, non si desidera altro che un bel bagno caldo per ritrovare la giusta temperatura corporea.

L’acqua calda, però, non fa propriamente bene alla pelle perché tende a inaridirla. L’acqua troppo calda, infatti, priva la pelle della propria barriera protettiva naturale e la rende più delicata. Dunque è buona norma evitare le docce troppo lunghe e fare in modo che la temperatura dell’acqua non superi i 36-37 gradi.

Anche l’utilizzo di detergenti troppo aggressivi può irritare la pelle ed è quindi meglio scegliere saponi ecologici o comunque saponi emollienti e delicati.

L’idratazione della pelle del viso: lo step più importante per prendersene cura in modo corretto

La pelle è composta per circa il 70% da acqua e per il restante 30% da proteine, grassi, minerali ed altre sostanze. Svolge essenzialmente una funzione protettiva e di difesa anche se è in grado di isolare totalmente l’organismo.

pulizia del visoL’acqua è un elemento indispensabile per il mantenimento delle funzioni protettive della cute: spesso però, agenti stressanti (come il freddo e il vento) o la predisposizione alla disidratazione cutanea compromettono il suo fisiologico ruolo difensivo.

Ecco perché, anche e specialmente in inverno, è indispensabile idratare la pelle. Una pelle ben idratata non sarà mai una pelle secca!

Dopo aver applicato lo scrub, fatto la doccia con saponi non aggressivi è il momento dello step più importante: l’idratazione cutanea, che riguarda sia il viso che il corpo.

Come prima cosa bisogna differenziare la crema viso idratante dalla crema per il corpo in quanto ognuna possiede caratteristiche proprie. Ma dato che, come abbiamo detto, in inverno è il viso ad essere più esposto concentriamoci proprio su questo.

Scegliere il giusto prodotto per il viso non è così semplice come si può pensare e occorre prestare grande attenzione ai principi attivi contenuti al suo interno. Le principali caratteristiche di cui una buona crema viso, adatta anche per l’inverno, non può fare a meno sono:

  • attivi che possiedano proprietà idratanti, protettive ed emollienti;
  • attivi ricchi di vitamine;
  • attivi ricchi di antiossidanti.

Un principio attivo che possiede una potente azione idratante e contemporaneamente anche proprietà protettive ed emollienti è il burrò di karité. Il burro di karité si estrae dalle noci prodotte da una pianta legnosa appartenente al gruppo delle Sapotacee, la Vitellaria Paradoxa, che cresce nell’Africa Occidentale. Questo principio attivo, soprattutto se unito ad altri come l’olio d’Argan (dalle proprietà antiossidanti), all’Aloe vera e a specifiche cellule staminali vegetali, è in grado di proteggere e idratare la pelle anche dalle aggressioni del freddo. Tutti questi componenti sono alla base di MJ Visage, una crema idratante per il viso che nutre la pelle in profondità rendendola vitale, luminosa e morbida al tatto.

Dopo aver idratato la cute, anche il giusto make-up può essere d’aiuto per garantire una pelle in salute. Un fondotinta di buona qualità, ad esempio, formerà un velo protettivo contro il gelo esterno, mantenendo il naturale equilibrio della pelle.

La crema viso va inoltre applicata sia la mattina, prima del make-up, sia la sera prima di andare a letto o dopo la doccia: solo in questo modo si otterranno risultati davvero visibili.

Come proteggere le labbra dal freddo

Il freddo e soprattutto il vento mettono a dura prova anche le labbra, che sono le prime a screpolarsi e tagliarsi. Cosa fare dunque per proteggerle? La cosa migliore è applicare con costanza un burrocacao, ovvero un balsamo labbra con funzione protettiva. Esistono diversi tipi di balsamo per le labbra che differiscono per ingredienti, per composizione, densità e durezza. In generale però ne esistono tendenzialmente di tre tipi: erboristici (naturali, biologici), industriali e farmaceutici.

In ogni caso è bene assicurarsi che il prodotto scelto sia privo di siliconi e ricco di oli naturali e nutrienti.

Se però si desidera sperimentare qualcosa di nuovo è anche possibile creare dei balsami per le labbra fatti in casa. Il miele sulle labbra, ad esempio, favorisce la cicatrizzazione, mentre l’olio essenziale di tea tree ha un effetto anti-infiammatorio. In entrambi i casi basterà lasciarlo in posa sulle labbra tra i 10 e 20 minuti per ottenere buoni risultati.

Per ottenere maggiori benefici il burrocacao va applicato sulle labbra anche la sera prima di andare a dormire.

Alimentazione: cosa mangiare per mantenere il benessere della pelle nella stagione fredda

Anche l’alimentazione è fondamentale nella cura della pelle in inverno. Durante la stagione fredda è molto importante, anche per aumentare le difese immunitarie, assumere molte vitamine e antiossidanti.

Tra gli alimenti tipici del periodo autunnale o invernale sono da preferire:

  • frutta e verdura di stagione (agrumi, melograno, broccoli, cicoria ecc…);
  • legumi;
  • pesce e carne bianca;
  • frutta secca;
  • tè verde.

E anche se il freddo fa sicuramente venire meno sete è importante sforzarsi e bere molta acqua. Da evitare, invece, sono i carboidrati raffinati che intossicano la pelle favorendone gli inestetismi.

Pochi ma importanti accorgimenti per aver cura della pelle durante la stagione invernale

Come si è visto in questo articolo in inverno la pelle è sottoposta a forti stress dovuti al freddo pungente che tende a impallidirla, seccarla, creare piccole ferite e traumi e agli sbalzi di temperatura che mettono pelle a dura prova, soprattutto quella del viso.

In questo periodo dell’anno è quindi importate prestare la giusta attenzione alla propria pelle, proprio come avviene in estate. Poche, ma importanti attenzioni, sono sufficienti per non rovinare la pelle di viso e corpo: detergerla in modo costante e idratarla correttamente rappresentano senza dubbio un buon punto di partenza, a cui possono apportare ulteriori benefici seguire una dieta sana e l’utilizzo di prodotti efficaci protettivi, tonificanti, idratanti e nutrienti che dovrebbero trovare uno spazio tra le nostre abitudini quotidiane.