Investire online sugli ETF

Investire online

Come guadagnare con il trading in ETF, come investire sugli ETF? E soprattutto cosa sono gli ETF? Domande ricorrenti che cercano una risposta esaustiva, soprattutto da parte di quei trader principianti che non sanno ancora bene le potenzialità del mercato finanziario e dei suoi strumenti.

Uno strumento disponibile per i trader, gli ETF – Exchange Traded Fund – presenta dei vantaggi non indifferenti, primo fra tutti la possibilità di investire in più titoli di diverse società.

Cosa sono gli ‘ETF’

ETF – acronimo di ‘Exchange Traded Funds’ – sono delle particolari tipologie di fondi di investimento che si comportano come titoli azionari. Si tratta di fondi passivi quotati in Borsa (uno strumento di tipo passivo) che replica l’andamento di un benchmark, l’andamento degli indici di mercato, un paniere di titoli che replica la performance e, di conseguenza, il rendimento di un segmento di mercato.

Come funziona il trading in ETF

I fondi ETF sono fondi comuni, parte dell’Exchange Traded Fund, la cui operatività è caratterizzata dalla riproduzione del titolo sottostante.

Investire onlineChi non ha ancora molta dimestichezza ed esperienza per intraprendere delle operazioni di livello più avanzato con il trading, può effettuare operazioni di trading ed investimenti sfruttando un indice di riferimento, un paniere di azioni, il mercato delle materie prime, senza dover ricorrere a degli strumenti derivati più elaborati e complessi.

Gli ETF si possono negoziare come se fossero azioni poiché replicano l’andamento di un indice di riferimento (benchmark) e quindi possono essere acquistati e venduti come in un mercato azionario, con dinamicità e velocità dei tempi del trading online.

In pratica, se il fondo di riferimento ottiene un rialzo, per contro lo ottiene anche l’ETF sul quale si è investito. Lo stesso accade al contrario: se l’indice di riferimento subisce un ribasso, anche l’EFT subisce un ribasso. Il funzionamento prevede che attraverso il fondo del trading ETF vengano replicati i ‘benchmark’ selezionati attraverso un meccanismo di gestione nella modalità passiva dell’operazione, che consente di effettuare gli investimenti che si desidera.

I vantaggi dell’investimento ETF

Tra i vantaggi, il primo che risulta evidente riguarda sicuramente l’aspetto economico. Infatti il primo vantaggio da notificare, rispetto a questa modalità di investimento, sta nella particolare tipologia di commissioni che nel trading ETF è di gran lunga ridotta, in pratica “nulla”. Sia le commissioni per operazioni che quelle annuali sono pari quasi allo zero; la spesa sostenuta dal trader è relativa al periodo in cui è effettivamente in possesso dello strumento finanziario, entro un range che spazia dallo 0.09% allo 1.5%.

Spieghiamo meglio: gli ETF a differenza dei normali fondi comuni non presentano commissioni di entrata, di uscita e di performance. Le prime due vengono sostituite dalle commissioni di intermediazione che variano da banca a banca e da cliente a cliente (indicativamente siamo intorno allo 0,50%) mentre la commissione di performance, che per la verità è limitata a pochi fondi comuni, per gli ETF non è presente.

Un altro vantaggio che ha il trader che opera con gli ETF, è il seguente: chi decide di operare attraverso il trading ETF può anche decidere di sfruttare i fondi che operano sul benchmark,  in modalità “short”, che significa poter ricavare un profitto, un guadagno, da fondi che vanno al ribasso con asset come materie prime o indici di tipo azionario. Stando così le cose, è possibile per il trader ottenere un profitto senza che ci sia una condizione di mercato predefinita e favorevole. Non si dovranno impostare una serie di ordini in base al tradizionale modo di chi investe online in ottica “rialzista”.

Caratteristiche degli ETF

Gli ETF, proprio per il motivo che presentano basse commissioni (sono infatti lo strumento che ha le più basse commissioni sul mercato), consentono di ottenere guadagni più alti perché i costi di gestione tendono ad assottigliarsi.

Gli ETF, tuttavia, come anche altri strumenti, comportano anche dei rischi, che possono essere di due tipi: un primo tipo di rischio è legato allo specifico strumento che scegliamo, ed è un rischio che possiamo controllare attraverso opportuni accorgimenti. Per quanto riguarda il secondo tipo di rischio, questo è legato alla tipologia specifica del mercato, al suo andamento, ai tassi d’interesse, etc…

Per un trading consapevole ed efficace con gli ETF è necessario scegliere di affidarsi ad un broker autorizzato CONSOB. Alcuni broker ETF offrono la possibilità di provare gratuitamente la piattaforma offrendo anche un bonus dei benvenuto che può agevolare le attività del trader che si appresta ad utilizzare la piattaforma specifica.

You May Also Like

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *