Trading Online: meccanismi e possibilità di investimento

Trading Online

Malgrado il trading online sia molto diffuso ad oggi, non tutti ancora sanno di cosa si tratta e quale sia il suo meccanismo. Anche se perfino avere un conto bancario online darebbe già accesso al trading online, non è detto che questa possibilità venga sfruttata ai fini dell’investimento.

Iniziamo col dire che “trading online” – termine anglosassone –  significa “negoziazione digitalizzata” di titoli finanziari, un servizio fornito da società intermediarie – finanziare – che siano assolutamente autorizzate dalla Consob. Il trading consiste nel dare ai trader privati l’opportunità di operare da una piattaforma che, attraverso la connessione a Internet, permette di visualizzare i titoli presenti sui mercati borsistici italiani ed esteri, e di acquistarli e venderli in pochissimo tempo.

Le società intermediarie sono chiamate “broker online” o intermediari digitali – e prevedono delle commissioni su ogni ordine di acquisto e di vendita inviato in Borsa. Questo è il caso, nello specifico, dei conti trading online offerti dagli istituti bancari. Ma sempre più broker ultimamente propongono invece un trading senza commissioni, dove il guadagno sia rappresentato dallo spread (pips).

Certamente non tutto è oro quel che riluce, quindi prima di aprire un conto di trading e lanciarsi sul mercato è bene porsi gli obiettivi che si vogliono raggiungere col trading e visualizzare i rischi che si possono correre, il capitale che si potrebbe perdere a causa di mosse false.

Trading OnlinePer iniziare al trader principiante è consigliato investire solo poche migliaia di euro, mentre dopo aver acquisito una buona tecnica e confidenza con i meccanismi di trading, si può anche elevare il volume degli investimenti, ma mai superare una soglia di percentuale del proprio capitale. Fatta chiarezza sui propri obiettivi e capita l’attitudine al rischio, il passo seguente è l’approfondimento, lo studio in rete, dai libri, attraverso i corsi di formazione gratuiti e a pagamento.

Il mercato offre tantissime iniziative e risorse didattiche che permettono di entrare in confidenza con il trading e con i vari operatori del settore. È importante potersi confrontare, seguire i consigli sui tipi di strumenti finanziari esistenti e sui mercati cui puntare.

Una buona risorsa può essere l’Annuario del Trading Online Italiano, dove si trovano tutte le risorse relative ai broker, alle piattaforme, alla formazione, agli eventi e molto altro. Un’altra risorsa è il sito di “Trading Library”, la libreria online specializzata in testi di analisi tecnica e tecniche di trading online.

La scelta del broker è anche un altro elemento molto importante, e che va fatta in relazione alle esigenze del singolo trader. Se si vuole un servizio di trading ed allo stesso tempo un conto corrente bancario o di deposito, ci si dovrà orientare verso le banche online, specializzate in servizi professionali.

Vi sono anche alcune Sim per utenti molto attivi ed infine i broker specializzati nel trading sui cambi o su strumenti come CFD (Contract for Difference).  Non manca l’offerta fra i broker esteri, con servizi su Forex e CFD, autorizzati ad operare in Italia, ma che spesso non hanno un sito tradotto in italiano. Vuoi approfondire il tema su come diventare un trader e come avvicinarti al trading online? Visita il sito web DiventareTrader e scopri il trading che fa per te.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *